fbpx

Implantologia

 

impianti dentali

Con l’ausilio delle nuove tecnologie non sentirai nessun dolore, niente sangue e una guarigione molto rapida

L’implantologia è quella disciplina della parodontologia che si occupa della sostituzione dei denti e delle loro radici mediante l’infissione nell’osso della mandibola e/o della mascella di viti in titanio, chiamate impianti.

Si può dire che l’avvento dell’impianto endosseo ed i grandi progressi della chirurgia degli ultimi anni oggi ci consentano di scacciare definitivamente lo spettro della dentiera, sistema scomodo e ormai antiquato. L’ implantologia dentale consente oggi di far fronte alla perdita dei denti naturali ripristinando il sorriso del paziente in modo perfettamente funzionale ed esteticamente valido. Il ricorso alle tecniche di implantologia dentale, anche con l’ausilio della computer guidata, permette infatti una riabilitazione fissa della masticazione, evitando qualsiasi forma di fastidio legata all’utilizzo di protesi mobili, ottenendo un risultato estetico identico a quello naturale.

E’ tuttavia opportuno sottolineare che si tratta pur sempre di protesi artificiali, dotate di caratteristiche molto diverse da quelle “biologiche” proprie dei denti naturali, e nessuna protesi artificiale può essere migliore dei denti naturali.

Implantologia computer guidata: in che cosa consiste?

É opportuno rispettare con cura tutte le fasi che accompagnano il processo di implantologia con la computer guidata, rispettandone l’ordine.

FASE 1:
Viene elaborato un modello 3D in modo da potere visualizzarne il cranio e la bocca in maniera tridimensionale.

FASE 2:
L’intervento viene simulato (pianificato) al computer, con posizionamento ottimale degli impianti dentali.

FASE 3:
Il modello 3D viene inviato ad un centro di produzione robotizzato che confeziona una mascherina con i fori preimpostati per inserire gli impianti (dima chirurgica). Si tratta di una mascherina che riproduce la posizione degli impianti (pianificata al computer) che, nella fase chirurgica, verrà posizionata nella bocca del paziente. La sua funzione è quella di guidare gli impianti nella medesima posizione pianificata digitalmente. Con l’ausilio di questa tecnica è indicata l’implantologia a carico immediato.

I vantaggi DELL’IMPLANTOLOGIA computer guidata

Minima invasività per il paziente

Rapida guarigione post operatoria rispetto a tecniche tradizionali

I nervi non vengono in alcun modo compromessi ma protetti durante gli interventi

Cosa puoi fare con la computer guidata: IMPLANTOLOGIA A CARICO IMMEDIATO

Grazie all’innovazione tecnologica e all’implantologia computer guidata, è possibile eseguire un intervento di implantologia a carico immediato.

In casi selezionati è possibile posizionare un impianto e al tempo stesso la corona protesica: si parla in tali casi di carico immediato. Questo protocollo è solitamente adottato in caso di pazienti totalmente edentuli nei quali gli impianti vengono solidarizzati insieme da una barra sulla quale viene realizzata la protesi. Nei casi di monoedentulia del settore estetico, è possibile in casi eccezionali posizionare un impianto e al tempo stesso la corona protesica che però sarà svincolata dai carichi masticatori, svolgendo solo la funzione estetica e fonatoria: si parla in tali casi di protesizzazione immediata. Requisito fondamentale per poter realizzare un carico/funzione immediata è che gli impianti abbiamo una stabilità primaria assoluta in fase di intervento. Solitamente è comunque preferibile attuare un protocollo di carico differito dopo una guarigione di 3-4 mesi. Solo 4 impianti in punti strategici della bocca.

Il paziente con l’intera arcata edentula può essere riabilitato con l’innovativa tecnica All-on-4 (4 impianti). La totale mancanza di denti è risolta con il posizionamento di soli 4 impianti – o in alcuni casi 6 (All-on6) – posizionati in punti strategici della bocca. La tecnica All-on-4 consente di riabilitare l’intera arcata con denti fissi in 24 ore, posizionando un numero ridotto di impianti evitando di ricorrere a grosse manovre rigenerative e quindi con un minor investimento economico. Con l’All-on-4 associato al carico immediato i pazienti possono ricevere in poche ore denti fissi con una protesi provvisoria. Quest’ultima dopo un periodo di 3 mesi (necessari all’osteointegrazione) sarà sostituita da una protesi definitiva in resina composita, in oro-ceramica o in zirconia-ceramica, materiali altamente estetici capaci di donare un sorriso naturale ed armonico.

In quali casi è indicata l’implantologia a carico immediato?

Sono quei casi in fattori come la densità ossea del paziente consentono una stabilità tale da poter protesizzare lo stesso dopo poche ore dall’inserimento e quindi sottoporlo al carico masticatorio. Purtroppo, troppo spesso viene applicato questo tipo di protesi in modo indiscriminato e del tutto sconsiderato, standardizzandola per qualsiasi paziente che presenti un edentulia (mancanza di denti in un’arcata dentale). Ma è possibile esaminare anticipatamente la densità dell’osso del paziente in modo da disporre di un’informazione così importante per ponderare l’implantologia a carico immediato?

Si. Nello studio dentistico Giuva ci avvaliamo di software all’avanguardia che consentono ad uno studio accuratissimo della qualità dell’osso del paziente, che oltre alla struttura tridimensionale dello stesso viene completata da un’analisi densitometrica. Questa evoluzione in campo di progettazione implantare garantisce ai nostri pazienti il massimo della sicurezza.

rispondiamo alle tue domande:

Quando si mette l’impianto dentale?

Si inserisce un impianto dentale nel momento in cui il dente è già caduto o nei casi in cui i pazienti presentano carie profonde, devitalizzazioni o danni parodontali gravi e non si può agire per salvare il dente naturale. E’ sempre meglio mantenere il proprio dente, il quale possedendo intorno il legamento parodontale, oltre a fornirci una maggiore sensibilità quando mangiamo, impedisce la perdita di osso intorno ad esso. Perdita che invece avviene e prosegue negli anni quando inseriamo un impianto.

PAURA DELL’ INTERVENTO? Ho sentito parlare di sedazione cosciente, che cosa si intende?

La paura del dolore sia durante l’intervento e sia nel decorso post-operatorio rende spesso incerto e restio il paziente ad affrontare un intervento di implantologia dentale. E’ una paura comune a moltissime persone ed esclusi i casi di odontofobia (paura esagerata e patologica del dentista che necessita di un approccio particolare), oggi ci sono i mezzi e le strategie per vincerlaE’ sempre più diffusa e richiesta la sedazione cosciente, che consiste nel somministrare al paziente sostanze analgesiche e sedanti per via endovenosa, che, senza addormentarlo, lo lasciano pienamente cosciente in grado di collaborare e rispondere alle eventuali domande del chirurgo. Durante la sedazione cosciente la paura svanisce ed il paziente rimane vigile, può seguire le fasi dell’intervento, ed ha la piacevole sensazione di avere la situazione sempre sotto controllo. La sedazione cosciente avviene in tutta sicurezza con l’assistenza di un medico specialista in anestesia e rianimazione.

Come si svolge un intervento di Implantologia?

  • Prima dell’intervento il paziente deve seguire una terapia con antibiotici e antiinfiammatori per annullare la possibilità di infezioni.
  • L’intervento viene svolto in anestesia locale e dura circa 30 minuti, il paziente non sentirà dolore. Per i pazienti odontofobici è possibile ricorre alla sedazione cosciente.
  • Dopo alcuni giorni si procede alla rimozione dei punti.
  • Si passa alla fase protesica dopo 3 mesi per l’arcata superiore e un mese e mezzo per l’arcata inferiore periodo in cui l’osso maturerà intorno all’impianto.

E dopo l’intervento sentirò dolore ?

Nella fase post-intervento al paziente viene prescritta precauzionalmente una terapia antibiotica e gli viene consigliato per qualche giorno. Il dolore post-operatorio, se dovesse comparire, in genere non è superiore, eccetto complicanze, a quello di una qualsiasi estrazione.

In genere i pazienti trattati con l’implantologia dentale, anche quelli più ansiosi, riferiscono di non avere sentito alcun dolore sia durante l’intervento che nella fase post-operatoria, tutti sono concordi nel ritenere ingiustificate le paure iniziali ed hanno un ricordo positivo di questa nuova esperienza.

Conclusioni

Cercate di vincere la paura del dolore. L’inserimento di un impianto dentale, se eseguito da mani esperte, è un procedimento chirurgico sicuro, con altissime percentuali di successo e non più invasivo di altri interventi odontoiatrici (per es. l’estrazione di un dente irrecuperabile, la realizzazione di un ponte dentale, la cura per una carie, le devitalizzazioni dei nervi, l’estrazione di un dente del giudizio). Può sicuramente essere vissuto in tutta tranquillità.

La cura e l’igiene dentale SONO fondamentalI dopo l’intervento d’implantologia

La permanenza in salute dell’impianto all’interno della bocca dipende principalmente dall’igiene orale. E’ indispensabile che i pazienti rispettino scrupolosamente una buona igiene orale domiciliare, lavando i denti dopo ogni pasto per almeno 3 minuti con spazzolino e dentifricio, e passando una volta al giorno il filo interdentale superfloss. E’ inoltre consigliato usare lo scovolino nei spazi interdentali più ampi, e l’idropulsore per rimuovere i residui di cibo tra dente e dente che potrebbero non esser stati rimossi con lo spazzolamento. E’ bene effettuare dei cicli di sciacqui con collutori a base di clorexidina ogni 12h, per 7-10 gg al mese.

Chiamaci per maggiori informazioni

Prenota subito una visita

Contattaci per maggiori informazioni